}

News

Rinvenimento numerosi esemplari Astrospartus mediterraneus.

2021-01-23 15:41:21

RomaNatura in data 19 gennaio 2021, ha ricevuto una segnalazione da parte dell’Associazione Sotto al Mare circa il ritrovamento di numerosi esemplari di Astrospartus mediterraneus, in due grandi buste nei pressi del borsetto dei pescatori. Il ritrovamento veniva segnalato all’Associazione dai responsabili del Really Scuba Diving. La cattura di questi esemplari è avvenuta probabilmente al di fuori dell’Area Marina Protetta, nei pressi della zona che localmente viene chiamata “secche di fuori” su un fondale di circa 70m e utilizzando una rete da posta. L’Ente Regionale RomaNatura in collaborazione con l’APS Sotto al Mare ha recentemente avviato un progetto per il recupero degli organismi privi di interesse commerciale che restano solitamente abbandonati dai pescatori e lasciati morire, come purtroppo è avvenuto in questo caso: il progetto N.O.R.A. (Nessun Organismo Resterà Abbandonato). Gli animali raccolti dal Really Scuba Diving, sono stati portati presso la Casa del Mare di Ostia, centro visita e polifunzionale dell’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno, dove abbiamo potuto osservarli con cura. Abbiamo contato ben 32 esemplari di Astrosparus mediterraneus (stella gorgone) 4 dei quali presentavano sul loro corpo i gameti, indicando uno stato di maturità sessuale. Inoltre, tra le braccia intricate delle stelle, abbiamo trovato sottili rami di gorgonia (Leptogorgia sarmentosa), ma anche piccoli alcionari, colonie di idrozoi e briozoi e persino un rametto di Savalia savaglia (il corallo d'oro, specie protetta). Molte di queste specie, e le uova dell’Astrospartus mediterraneus sono state inserite all'interno degli acquari della Casa del Mare di Ostia. La Stella gorgone è un’echinoderma poco comune e molto ricercato dai fotografi subacquei. Di notte, o in condizioni di scarsa luminosità, spalanca le sue lunghe braccia in cerca di cibo e si mostra in tutto il suo splendore. Spesso sfrutta le grandi gorgonie per arrampicarsi e guadagnarsi la migliore posizione a favore di corrente. Le conoscenze scientifiche sulla riproduzione di questa specie in Mediterraneo sono ancora da approfondire. RomaNatura ha segnalato il ritrovamento alle Autorità competenti. Anche se in questo caso non siamo riusciti a salvare le stelle la segnalazione si è rivelata molto interessante dal punto di vista scientifico e ci auguriamo che la sua diffusione serva a sensibilizzare l’opinione pubblica ad evitare che in futuro si verifichino casi analoghi. Utilizzeremo gli esemplari più integri nell’ambito del progetto N.O.R.A. che prevede di far conoscere specie difficilmente osservabili, come in questo caso, a tutti coloro che saranno interessati e a scopo di didattica. Questa è l’ennesima testimonianza dell'elevata biodiversità presente nel nostro mare, soprattutto nei pressi dell’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno e l'importanza quindi, di rispettarlo e tutelarlo  



Gallery


Ultimi articoli


Card image cap
Rinvenimento numerosi esemplari Astrospartus mediterraneus.

RomaNatura in data 19 gennaio 2021, ha ricevuto una segnalazione da parte dell’Associazione Sotto al Mare circa il ritrovamento di numerosi esemplari di Astrospartus mediterraneus, in due grandi

Card image cap
Riapertura al pubblico delle sedi dell'Ente

Scarica l' avviso ufficiale

Card image cap
AVVISTATI I DELFINI ALLE SECCHE DI TOR PATERNO... IL MARE DI ROMA CHE TI STUPISCE SEMPRE

AVVISTATI I DELFINI ALLE SECCHE DI TOR PATERNO... IL MARE DI ROMA CHE TI STUPISCE SEMPRE Continua a stupire il mare del litorale romano, dove oggi durante l’attività di Vigilanza in Mare nell’

Indirizzo:


Casa del mare, via del Canale di Castel Fusano, 11 Ostia

Telefono:


+39 063540531