SECCHE

Estinzione E' Per Sempre


Almeno da adulta, quando può pesare 100-150 kg e può contare su una corazza inespugnabile, la tartaruga caretta non ha praticamente predatori naturali, eccetto forse lo squalo bianco (Carcharodon carcharias).
In realtà il vero nemico della specie è l'uomo con le sue molteplici attività ad eccessivo impatto sul mare, come l'intensa cementificazione delle coste, quelle italiane in particolare, che grava sulla delicata fase della riproduzione : sempre più spesso una femmina, che torna per deporre nella spiaggia natia dopo 25 anni, non trova più le condizioni ecologiche adatte e talvolta nemmeno l'arenile! Nel Mediterraneo - ne sono state vittime le nostre 8 amiche tartarughe - le minacce più frequenti sono principalmente costituite da catture accidentali in attrezzi da pesca, come le strascicanti, le reti da posta, i palangari (coffe) sia di fondo sia derivanti (lunghi anche diversi chilometri).
A queste si aggiungono le collisioni con imbarcazioni, che provocano traumi spesso non curabili, e l' ingestione di ami, lenze e rifiuti abbandonati tra cui le buste di plastica: quest'ultima minaccia, facilmente superabile grazie a un più che nomale senso civico da parte di tutti, è la causa di problemi di salute o di morte di ben il 70% degli esemplari salvati presso la Stazione Zoologica di Napoli.
Nel recente aggiornamento (maggio 2013) della Lista Rossa IUCN (International Union for Conservation of Nature), che da 60 anni rappresenta il più completo inventario, stilato da un'equipe di esperti, del rischio d'estinzione delle specie a livello globale, la caretta in Italia è ancora, come nel 2000, nell'elenco Endangered (in pericolo): corre cioè il rischio d'estinzione nel breve o medio termine, valutato in base alla stima della popolazione riproduttiva dei mari italiani (Giaco click a Siti di Nidificazione?).
E come è noto, estinzione è per sempre: una perdita che non potrà mai più essere colmata, dal prezzo incalcolabile non solo per la scomparsa della specie in sè, capolavoro irripetibile dell'evoluzione biologica ma anche perchè con essa scompare un altro tassello del complesso mosaico ecologico, motore dell' equilibrio dell'ambiente marino, che solo se in salute potrà continuare a fornire risorse all'uomo.


Ultimi articoli


Card image cap
Firmato il Protocollo d’intesa tra l’Ente RomaNatura e A.P.S. Sotto al mare

Firmato il Protocollo d’intesa tra l’Ente RomaNatura e A.P.S. Sotto al mare finalizzato alla valorizzazione dell’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno. Le Secche di Tor Paterno

Card image cap
Avviso Ritiro autorizzazioni Secche Tor Paterno 2020


Card image cap
Approvazione autorizzazione dei Diving Center, Associazioni Sportive e relative guide subacquee ad effettuare immersioni e visite guidate nell’Area Marina Protetta “Secche di Tor Paterno”. Calendario provvisorio di assegnazione delle boe d’ormeggio per l’annualità 2020


Card image cap
Approvazione dell’elenco dei nominativi autorizzati all’esercizio della pesca ricreativa nell’ AMP "Secche di Tor Paterno" per l’annualità 2020-2021


Card image cap
Approvazione dell’elenco dei nominativi autorizzati all’esercizio della piccola pesca artigianale nell’Area Marina Protetta “Secche di Tor Paterno” 2020-2021


Card image cap
8 giugno. GIORNATA MONDIALE DEGLI OCEANI “INNOVAZIONE PER UN OCEANO SOSTENIBILE”

Si celebra oggi la Giornata Mondiale degli Oceani, con l’obiettivo di coinvolgere i Paesi nella conservazione degli oceani e dei mari, e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salvaguardia

Card image cap
Dichiarazione stampa. Firmato nuovo protocollo d'intesa

Roma, 26 maggio 2020

Sottoscritto oggi il protocollo d’intesa tra RomaNatura e l’Associazione Nucleo di Sicurezza Ambientale Civile NSA Roma Nord ODV per la collaborazione in materia di

Card image cap
Vivere la giornata europea dei parchi

Vivere oggi la Gionata europea dei Parchi vuol dire dare la massima visibilità a quel patrimonio inestimabile di natura, biodiversità, flora, fauna, indispensabile per la nostra vita, ma vuol

Card image cap
COMUNICATO STAMPA Possiamo tornare a fruire i nostri parchi, lo dobbiamo fare sempre rispettando le norme

COMUNICATO STAMPA

Possiamo tornare a fruire i nostri parchi, lo dobbiamo fare sempre rispettando le norme anticontagio e non gettiamo mai guanti e mascherine ovunque. Le Istituzioni però

Card image cap
In memoria di Cinzia

Oggi ci ha lasciati la nostra funzionaria e amica Cinzia Forniz. Grande il suo impegno e la competenza per la valorizzazione dell'area marina protetta delle Secche di Tor Paterno. Sarà difficile

Card image cap
DICHIARAZIONE STAMPA Protocollo anticontagio - Federparchi, Consulta dei Direttori , RomaNatura e Università Campus Bio-Medico di Roma

Protocollo anticontagio - Federparchi, Consulta dei Direttori , RomaNatura e Università Campus Bio-Medico di Roma per ritornare a fruire delle bellezze naturali del nostro territorio nella massima

Card image cap
Rivedi con noi la puntata del 6 maggio di Buongiorno Regione Lazio

Rivedi con noi la puntata del 6 maggio di Buongiorno Regione Lazio in diretta dalla Casa del Mare di Ostia







Card image cap
Scopri le meravigliose Secche di Tor Paterno al largo di Ostia

Seconda stella... marina...la chiamano l'isola che non c'è. Benvenuti nell'Area Marina Protetta 𝐒𝐞𝐜𝐜𝐡𝐞 𝐝𝐢 𝐓𝐨𝐫 𝐏𝐚𝐭𝐞𝐫𝐧𝐨

Card image cap
Appuntamento con Buongiorno Regione. Rivedi la puntata del 29 aprile

Rivedi la puntata di Buongiorno Regione Lazio del 29 Aprile 2020 in diretta dalla Riserva Naturale della Marcigliana. Le aziende agricole e zootecniche nei parchi ai tempi del Covid 19. La volontà

Card image cap
25 aprile 2020. La mancanza di memoria è l'assenza di verità. In ricordo di Ugo Forno

25 aprile 2020. La mancanza di memoria è l'assenza di verità. In ricordo di Ugo Forno


Card image cap
#iorestoacasa #iparchiacasatua Scopri le Secche di Tor Paterno

#Iorestoacasa #iparchiacasatua Nel frattempo scoprite le Secche di Tor Paterno al largo di Ostia. Una delle meraviglie del nostro mare


Card image cap
Giornata mondiale della Terra - Rivedi tg3 dal Parco di Monte Mario

Giornata mondiale dellaterra con EarthDayItalia rivedi il tgr rai 3 del 22 aprile dal parco di Monte Mario con Maurizio Gubbiotti

Card image cap
Giornata Mondiale della Terra - Rivedi la diretta di Buongiorno Regione

#giornatamondialedellaterra con Earth Day Italia rivedi la diretta di oggi 22 aprile di Buongiorno Regione Lazio - Pagina ufficiale

Card image cap
ASTICI

A rischio a causa della pesca cui viene sottoposta per la prelibatezza delle sue carni.E' un crostaceo le cui dimensioni possono giungere fino a 50 cm di lunghezza (antenne escluse!), che vive

Card image cap
CAVALLUCCIO DI MARE

Questo stranissimo pesce di piccole dimensioni, vive sulla vegetazione e sulle gorgonie cui si aggrappa con la sua coda prensile. Risucchia le prede, piccolissimi organismi, con la sua bocca

Card image cap
TURSIOPE

È il più conosciuto tra i delfini. Ha abitudini tipicamente costiere e può giungere fino a tre metri e mezzo di lunghezza. Di colore generalmente grigio, più o meno uniforme, questo mammifero

Card image cap
TARTARUGA LIUTO

Lunga oltre 2 mt e con il peso di 500-800 kg, è l'indiscusso gigante tra i Cheloni. Inconfondibile è anche il carapace, in cui le piccole placche ossee sono impiantate nella pelle durissima,

Card image cap
GORGONIE

Sono animali coloniali, parenti stretti del più famoso corallo rosso, ma a differenza di questo presentano uno scheletro corneo e quindi flessibile. Possono raggiungere dimensioni anche

Card image cap
TARTARUGA VERDE

Carapace lungo fino a 140 cm, più tondeggiante di Caretta, con 5 placche dorsali centrali e 4 placche costali per ogni lato. E' di colore marrone-verde oliva, spesso con chiarezze e strie più

Card image cap
TARTARUGA CARETTA

Carapace lungo 70-140 cm, con 5 placche dorsali centrali e 5 placche dorsal centrali e 5 placche su ogni lato; colore rosso-marrone. Testa grande con rostro ("becco") molto pronunciato. Nei piccoli

Card image cap
AQUILA DI MARE


Parente di squali, mante e razze, sembra volare al di sopra dei fondali marini. Può giungere ad oltre un metro di larghezza ed è dotato di un aculeo velenoso, posto all'attaccatura della coda,

Indirizzo:


Casa del mare, via del Canale di Castel Fusano, 11 Ostia

Telefono:


+39 063540531