SECCHE

I Nomadi Del Mare


Chi ha visto almeno una volta lo straordinario film animato "Alla ricerca di Nemo", magari in compagnia di figli o nipoti, non può non ricordare l'episodio che ha come protagonisti la vecchia e saggia tartaruga Scorza e il figlio Schizzo che, con altre tartarughe, "cavalcano" con maestria la Corrente Orientale Australiana, sempre in movimento da un'acqua all'altra dell'oceano...
In effetti le tartarughe sono tra i più infaticabili viaggiatori del mare e la caretta non fa eccezione, a parte il fatto che, rispetto al film, viaggiano "in solitaria".
Tranne che nel periodo della riproduzione, quando si avvicinano alle coste, le caretta trascorrono gran parte del tempo in mare aperto e profondo, tornando di tanto in tanto in superficie per respirare o per riscaldarsi al sole.
Essendo Rettili, infatti, sono animali a sangue freddo, incapaci di regolare dall'interno la temperatura corporea, e questa è anche la ragione di una parte dei loro spostamenti, quelli stagionali diretti alle zone di svernamento, più calde, del Mediterraneo orientale.
A queste rotte si aggiungono quelle verso le aree di alimentazione - dove gli adulti e i giovani più "grandicelli" si nutrono soprattutto sul fondo, cacciando pesci,molluschi, crostacei, ricci di mare e altri Echinodermi - e tra queste e le aree di nidificazione.
Si tratta, dunque, di vere e proprie migrazioni, vitali per la sopravvivenza della specie, ma purtroppo sempre più ostacolate se non interrotte da attrezzi da pesca come le reti da posta: sbarramenti lunghi km nelle invisibili autostrade liquide del mare, che soprattutto le tartarughe giovani e ancora inesperte (come Irene Camomilla e Righeira) non hanno ancora imparato ad evitare per tempo.
Negli spostamenti da un'area all'altra, spesso distanti centinaia di km, le caretta possono raggiungere velocità superiori a 35km/h, grazie alla propulsione fluida e sincrona delle pinne anteriori.
Dagli innovativi studi tramite il tracking satellitare (Giaco: click ai 2 successivi paragrafi?) è emerso che le tartarughe caretta possono percorrere nel solo Mediterraneo distanze tra 2500 e 7000 chilometri l'anno, a una "velocità di crociera" media (considerate le soste e i rallentamenti alimentari) di 1,2 km/h.
Durante gli spostamenti non disdegnano quando capita a tiro qualche gelatinoso "spuntino da viaggio" come meduse, perfino quelle più urticanti, e altro macroplancton come cinti di Venere e beroe.
Spuntini che, però, possono risultare indigesti o, peggio, portare alla morte: l'ingestione di buste di plastica, che in acqua somigliano molto alle meduse, è una delle maggiori cause di soffocamento e occlusioni intestinali,cui contribuiscono anche cotton-fioc, mozziconi di sigarette e altri prodotti di rifiuto umani, facilmente scaricabili in sedi più appropriate che non il mare.
E anche in questo caso a farne le spese sono i giovani come Giannina, che si è salvata, e la sua più sfortunata compagna di viaggio, soccorse dalla Capitaneria di Porto presso lo stabilimento balneare “La Spiaggia” di Ostia il 16 gennaio 2013.


Ultimi articoli


Card image cap
Firmato il Protocollo d’intesa tra l’Ente RomaNatura e A.P.S. Sotto al mare

Firmato il Protocollo d’intesa tra l’Ente RomaNatura e A.P.S. Sotto al mare finalizzato alla valorizzazione dell’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno. Le Secche di Tor Paterno

Card image cap
Avviso Ritiro autorizzazioni Secche Tor Paterno 2020


Card image cap
Approvazione autorizzazione dei Diving Center, Associazioni Sportive e relative guide subacquee ad effettuare immersioni e visite guidate nell’Area Marina Protetta “Secche di Tor Paterno”. Calendario provvisorio di assegnazione delle boe d’ormeggio per l’annualità 2020


Card image cap
Approvazione dell’elenco dei nominativi autorizzati all’esercizio della pesca ricreativa nell’ AMP "Secche di Tor Paterno" per l’annualità 2020-2021


Card image cap
Approvazione dell’elenco dei nominativi autorizzati all’esercizio della piccola pesca artigianale nell’Area Marina Protetta “Secche di Tor Paterno” 2020-2021


Card image cap
8 giugno. GIORNATA MONDIALE DEGLI OCEANI “INNOVAZIONE PER UN OCEANO SOSTENIBILE”

Si celebra oggi la Giornata Mondiale degli Oceani, con l’obiettivo di coinvolgere i Paesi nella conservazione degli oceani e dei mari, e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salvaguardia

Card image cap
Dichiarazione stampa. Firmato nuovo protocollo d'intesa

Roma, 26 maggio 2020

Sottoscritto oggi il protocollo d’intesa tra RomaNatura e l’Associazione Nucleo di Sicurezza Ambientale Civile NSA Roma Nord ODV per la collaborazione in materia di

Card image cap
Vivere la giornata europea dei parchi

Vivere oggi la Gionata europea dei Parchi vuol dire dare la massima visibilità a quel patrimonio inestimabile di natura, biodiversità, flora, fauna, indispensabile per la nostra vita, ma vuol

Card image cap
COMUNICATO STAMPA Possiamo tornare a fruire i nostri parchi, lo dobbiamo fare sempre rispettando le norme

COMUNICATO STAMPA

Possiamo tornare a fruire i nostri parchi, lo dobbiamo fare sempre rispettando le norme anticontagio e non gettiamo mai guanti e mascherine ovunque. Le Istituzioni però

Card image cap
In memoria di Cinzia

Oggi ci ha lasciati la nostra funzionaria e amica Cinzia Forniz. Grande il suo impegno e la competenza per la valorizzazione dell'area marina protetta delle Secche di Tor Paterno. Sarà difficile

Card image cap
DICHIARAZIONE STAMPA Protocollo anticontagio - Federparchi, Consulta dei Direttori , RomaNatura e Università Campus Bio-Medico di Roma

Protocollo anticontagio - Federparchi, Consulta dei Direttori , RomaNatura e Università Campus Bio-Medico di Roma per ritornare a fruire delle bellezze naturali del nostro territorio nella massima

Card image cap
Rivedi con noi la puntata del 6 maggio di Buongiorno Regione Lazio

Rivedi con noi la puntata del 6 maggio di Buongiorno Regione Lazio in diretta dalla Casa del Mare di Ostia







Card image cap
Scopri le meravigliose Secche di Tor Paterno al largo di Ostia

Seconda stella... marina...la chiamano l'isola che non c'è. Benvenuti nell'Area Marina Protetta 𝐒𝐞𝐜𝐜𝐡𝐞 𝐝𝐢 𝐓𝐨𝐫 𝐏𝐚𝐭𝐞𝐫𝐧𝐨

Card image cap
Appuntamento con Buongiorno Regione. Rivedi la puntata del 29 aprile

Rivedi la puntata di Buongiorno Regione Lazio del 29 Aprile 2020 in diretta dalla Riserva Naturale della Marcigliana. Le aziende agricole e zootecniche nei parchi ai tempi del Covid 19. La volontà

Card image cap
25 aprile 2020. La mancanza di memoria è l'assenza di verità. In ricordo di Ugo Forno

25 aprile 2020. La mancanza di memoria è l'assenza di verità. In ricordo di Ugo Forno


Card image cap
#iorestoacasa #iparchiacasatua Scopri le Secche di Tor Paterno

#Iorestoacasa #iparchiacasatua Nel frattempo scoprite le Secche di Tor Paterno al largo di Ostia. Una delle meraviglie del nostro mare


Card image cap
Giornata mondiale della Terra - Rivedi tg3 dal Parco di Monte Mario

Giornata mondiale dellaterra con EarthDayItalia rivedi il tgr rai 3 del 22 aprile dal parco di Monte Mario con Maurizio Gubbiotti

Card image cap
Giornata Mondiale della Terra - Rivedi la diretta di Buongiorno Regione

#giornatamondialedellaterra con Earth Day Italia rivedi la diretta di oggi 22 aprile di Buongiorno Regione Lazio - Pagina ufficiale

Card image cap
ASTICI

A rischio a causa della pesca cui viene sottoposta per la prelibatezza delle sue carni.E' un crostaceo le cui dimensioni possono giungere fino a 50 cm di lunghezza (antenne escluse!), che vive

Card image cap
CAVALLUCCIO DI MARE

Questo stranissimo pesce di piccole dimensioni, vive sulla vegetazione e sulle gorgonie cui si aggrappa con la sua coda prensile. Risucchia le prede, piccolissimi organismi, con la sua bocca

Card image cap
TURSIOPE

È il più conosciuto tra i delfini. Ha abitudini tipicamente costiere e può giungere fino a tre metri e mezzo di lunghezza. Di colore generalmente grigio, più o meno uniforme, questo mammifero

Card image cap
TARTARUGA LIUTO

Lunga oltre 2 mt e con il peso di 500-800 kg, è l'indiscusso gigante tra i Cheloni. Inconfondibile è anche il carapace, in cui le piccole placche ossee sono impiantate nella pelle durissima,

Card image cap
GORGONIE

Sono animali coloniali, parenti stretti del più famoso corallo rosso, ma a differenza di questo presentano uno scheletro corneo e quindi flessibile. Possono raggiungere dimensioni anche

Card image cap
TARTARUGA VERDE

Carapace lungo fino a 140 cm, più tondeggiante di Caretta, con 5 placche dorsali centrali e 4 placche costali per ogni lato. E' di colore marrone-verde oliva, spesso con chiarezze e strie più

Card image cap
TARTARUGA CARETTA

Carapace lungo 70-140 cm, con 5 placche dorsali centrali e 5 placche dorsal centrali e 5 placche su ogni lato; colore rosso-marrone. Testa grande con rostro ("becco") molto pronunciato. Nei piccoli

Card image cap
AQUILA DI MARE


Parente di squali, mante e razze, sembra volare al di sopra dei fondali marini. Può giungere ad oltre un metro di larghezza ed è dotato di un aculeo velenoso, posto all'attaccatura della coda,

Indirizzo:


Casa del mare, via del Canale di Castel Fusano, 11 Ostia

Telefono:


+39 063540531