SECCHE

Il Ruolo Delle Secche Per Le Tartarughe


Se le otto tartarughe sono ormai lontane dalle Secche di Tor Paterno, non è detto che quest’area Marina Protetta non possa in futuro essere frequentata, magari come area di alimentazione, dalle tartarughe caretta.
L’Area Marina è stata scelta come zona di rilascio degli esemplari soccorsi in vari punti del litorale laziale per la sua localizzazione in mare aperto, facilitando così la ripresa di contatto con il loro mondo, lontane 5 miglia dalla costa dove più concentrate sono le trappole delle reti.
Ma molti altri sono gli aspetti ambientali che potrebbero rendere “appetibili” le Secche alle tartarughe caretta.
Il banco roccioso situato nel cuore dell’Area Protetta,che si innalza da una profondità di circa -60 mt fino a -19, è infatti ricco, come i fondali di sabbia e detrito circostanti, proprio delle prede preferite dalle tartarughe, dai pesci ai crostacei di ogni taglia e soprattutto dai molluschi, che solo nella prateria di Posidonia oceanica annoverano ben 52 specie.
Si tratta per ora di un'ipotesi remota, ma un positivo e inaspettato segnale in questo senso è offerto dal giovane esemplare (60 cm circa di lunghezza carapace) che il 23 giugno 2012 ha colto di sorpresa un gruppo di subacquei accompagnati dal Blu Marlin Diving Center mentre “curiosava” tra i fondali a -24 m di profondità.
La tartaruga si è mostrata tranquilla e confidente tanto che, risalendo in superficie, si è esibita anche un’elegante “danza” intorno alle bolle prodotte dagli erogatori, lasciandosi riprendere per pochi attimi dalla telecamera di Mauro Carboni prima di scomparire veloce nel blu.
Come testimoniato da quei Diving Center che dal 2000, anno d’istituzione dell’Area Marina Protetta, frequentano costantemente i fondali delle Secche, questo è stato il primo incontro tra subacquei e una tartaruga.


Ultimi articoli


Card image cap
Avviso

Si comunica che, stante la disattivazione di tutti i servizi CED del Sistema informatico della Regione Lazio per le Note vicende dell’attacco informatico del 1 agosto 2021, con determina n 120

Card image cap
PARCHI E CONTRATTI DI FIUME

Prospettive di valorizzazione dei servizi ecosistemi e strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile”. Si è tenuto ieri alla Casa del Mare di Ostia gestita da RomaNatura, il primo incontro

Card image cap
DOLPHIN WATCHING. IMPARARE A RICONOSCERE I CETACEI

🌊 31 luglio - 1 agosto 2021 dalle ore 10:00 alle ore 12:30 Continua il Progetto Teti - Conoscere per Tutelare, organizzato in collaborazione tra Ente Regionale RomaNatura, Aps Sottoalmare e APS

Indirizzo:


Casa del mare, via del Canale di Castel Fusano, 11 Ostia

Telefono:


+39 063540531