SECCHE

Tra Targhette E Occhi Satellitari


Che fine avranno fatto le otto tartarughe caretta rilasciate il 7 giugno, grazie alla collaborazione tra la Stazione Zoologica di Napoli e l'Ente Gestore dell'Area Marina, nelle acque delle Secche di Tor Paterno? Se lo staranno chiedendo un pò tutti e forse c'è qualcuno che spera stiano ancora nell'Area Marina Protetta, magari nei dintorni delle boe 7 e 8 da cui dove sono ritornate nel loro mondo dopo mesi (per alcune di esse quasi due anni) di cure e riabilitazione.
Anche dalla loro voglia di andare manifestata non appena hanno "sentito" il mare e la velocità con cui sono scomparse nel blu, è facile intuire come questi formidabili viaggiatori del mare siano invece già lontani miglia e miglia... Si, ma quanto lontani ?
La risposta è, di nuovo, neltracking satellitare, anche se in modo indiretto: per motivi di ricerca, programmati da tempo, le otto tartarughe di Tor Paterno sono state marcate con targhette identificative, mentre nello stesso giorno, nella baia di Fusaro (Napoli) sono state dotate di tracking satellitare e rilasciate Speedy, Massimo Troisi e Maria Bruna, che mesi prima erano state intrappolate da reti a strascico nelle acquetra Gaeta e Salerno.
I loro tag satellitari, un nuovissimo prototipo sviluppato dall'Università di St.Andrews (Scozia),trasmettono oltre che dal satellite con il sistema Argos, anche attraverso il sistema Phone GPS che utilizza la rete di telefonia mobile GSM.
Dotati di sensori di precisione per la valutazione di bagnato/asciutto, pressione e temperatura, forniscono quindi dati più dettagliati sull’uso dell’habitat e la frequenza di immersione quando gli animali si trovano in acque costiere. Dai dati finora rilevati, che confermano quelli precedentemente raccolti con altre tartarughe, le caretta percorrono in media 200 km al mese (circa 100 miglia).
Quindi le nostre otto amiche tartarughe potrebbero essere ora al confine tra Campania e Calabria, dato che nel periodo estivo le caretta fanno lunghe soste alimentari lungo la costa.
Ciò è confermato anche dalle rotte di Massimo Troisi, Maria Bruna e Speedy che, fedele al suo nome e alla sua zona di alimentazione, appena rilasciato si è diretto subito a sud, nella zona di cattura, dove tuttora va su e giù nelle acque costiere dando prova che quella è una delle sue zone di alimentazione.
Anche Massimo Troisi e Maria Bruna hanno girovagato vicino alla costa salernitana intente a cibarsi, anche se purtroppo da circa un mese di Maria Bruna si sono perse le tracce: sono gli inevitabili imprevisti del tracking satellitare, che può per vari motivi interrompere l’invio dei segnali.
Agatha Christie, invece, ha optato per un viaggio su lunghe distanze: rilasciata nei pressi di Palinuro (Campania) il 28 settembre 2012, è scesa lungo la costa, ha attraversato lo Stretto di Messina, ha girovagato un po’ nello Ionio ed è arrivata nel nord Adriatico (nella Laguna Veneta), il mare più frequentato dalle caretta per l'alimentazione, dopo essersi soffermata ad alimentarsi nelle acque dell'Arcipelago delle Curzolane, poco a sud di Spalato. Alla data del 27.7.13 ha percorso ben 6064 chilometri e ora sta riscendendo lungo la costa marchigiana.
Essendo ormai adulta, e quindi capace di apnee lunghe anche di diverse ore, è scesa fino ad anche 60-70 mt di profondità per alimentarsi ma anche per riposare tranquilla, al riparo dei pericoli delle acque superficiali.
Volete seguire queste 3 tartarughe nelle loro avventure di viaggio?
Il Dott. Treglia, responsabile scientifico Turtle Point per i rilasci nel Lazio, che con l'Ente Gestore ha coordinato la liberazione delle “nostre” 8 amiche, ha messo a disposizione della AMP, e di tutti i lettori del nostro sito, i link al sito seaturtle.org dove potrete seguire ogni giorno i loro spostamenti, attraverso mappe statiche e dinamiche. In questo sito potrete anche “spiare” i viaggi di oltre 150 tartarughe, squali e altre specie marine, nel Mediterraneo e nel mondo, dall'Australia all'America, dal Pacifico all'Atlantico, dal Qatar all' Uruguay.

Speedy: http://.seaturtle.org/tracking/index.shtml?tag_id=60670&full=1&lang=

Massimo Troisi: http://www.seaturtle.org/tracking/index.shtml?tag_id=101217&full=1&lang=

Agatha Christie: http://www.seaturtle.org/tracking/?tag_id=122146


Ultimi articoli


Card image cap
Firmato il Protocollo d’intesa tra l’Ente RomaNatura e A.P.S. Sotto al mare

Firmato il Protocollo d’intesa tra l’Ente RomaNatura e A.P.S. Sotto al mare finalizzato alla valorizzazione dell’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno. Le Secche di Tor Paterno

Card image cap
Avviso Ritiro autorizzazioni Secche Tor Paterno 2020


Card image cap
Approvazione autorizzazione dei Diving Center, Associazioni Sportive e relative guide subacquee ad effettuare immersioni e visite guidate nell’Area Marina Protetta “Secche di Tor Paterno”. Calendario provvisorio di assegnazione delle boe d’ormeggio per l’annualità 2020


Card image cap
Approvazione dell’elenco dei nominativi autorizzati all’esercizio della pesca ricreativa nell’ AMP "Secche di Tor Paterno" per l’annualità 2020-2021


Card image cap
Approvazione dell’elenco dei nominativi autorizzati all’esercizio della piccola pesca artigianale nell’Area Marina Protetta “Secche di Tor Paterno” 2020-2021


Card image cap
8 giugno. GIORNATA MONDIALE DEGLI OCEANI “INNOVAZIONE PER UN OCEANO SOSTENIBILE”

Si celebra oggi la Giornata Mondiale degli Oceani, con l’obiettivo di coinvolgere i Paesi nella conservazione degli oceani e dei mari, e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salvaguardia

Card image cap
Dichiarazione stampa. Firmato nuovo protocollo d'intesa

Roma, 26 maggio 2020

Sottoscritto oggi il protocollo d’intesa tra RomaNatura e l’Associazione Nucleo di Sicurezza Ambientale Civile NSA Roma Nord ODV per la collaborazione in materia di

Card image cap
Vivere la giornata europea dei parchi

Vivere oggi la Gionata europea dei Parchi vuol dire dare la massima visibilità a quel patrimonio inestimabile di natura, biodiversità, flora, fauna, indispensabile per la nostra vita, ma vuol

Card image cap
COMUNICATO STAMPA Possiamo tornare a fruire i nostri parchi, lo dobbiamo fare sempre rispettando le norme

COMUNICATO STAMPA

Possiamo tornare a fruire i nostri parchi, lo dobbiamo fare sempre rispettando le norme anticontagio e non gettiamo mai guanti e mascherine ovunque. Le Istituzioni però

Card image cap
In memoria di Cinzia

Oggi ci ha lasciati la nostra funzionaria e amica Cinzia Forniz. Grande il suo impegno e la competenza per la valorizzazione dell'area marina protetta delle Secche di Tor Paterno. Sarà difficile

Card image cap
DICHIARAZIONE STAMPA Protocollo anticontagio - Federparchi, Consulta dei Direttori , RomaNatura e Università Campus Bio-Medico di Roma

Protocollo anticontagio - Federparchi, Consulta dei Direttori , RomaNatura e Università Campus Bio-Medico di Roma per ritornare a fruire delle bellezze naturali del nostro territorio nella massima

Card image cap
Rivedi con noi la puntata del 6 maggio di Buongiorno Regione Lazio

Rivedi con noi la puntata del 6 maggio di Buongiorno Regione Lazio in diretta dalla Casa del Mare di Ostia







Card image cap
Scopri le meravigliose Secche di Tor Paterno al largo di Ostia

Seconda stella... marina...la chiamano l'isola che non c'è. Benvenuti nell'Area Marina Protetta 𝐒𝐞𝐜𝐜𝐡𝐞 𝐝𝐢 𝐓𝐨𝐫 𝐏𝐚𝐭𝐞𝐫𝐧𝐨

Card image cap
Appuntamento con Buongiorno Regione. Rivedi la puntata del 29 aprile

Rivedi la puntata di Buongiorno Regione Lazio del 29 Aprile 2020 in diretta dalla Riserva Naturale della Marcigliana. Le aziende agricole e zootecniche nei parchi ai tempi del Covid 19. La volontà

Card image cap
25 aprile 2020. La mancanza di memoria è l'assenza di verità. In ricordo di Ugo Forno

25 aprile 2020. La mancanza di memoria è l'assenza di verità. In ricordo di Ugo Forno


Card image cap
#iorestoacasa #iparchiacasatua Scopri le Secche di Tor Paterno

#Iorestoacasa #iparchiacasatua Nel frattempo scoprite le Secche di Tor Paterno al largo di Ostia. Una delle meraviglie del nostro mare


Card image cap
Giornata mondiale della Terra - Rivedi tg3 dal Parco di Monte Mario

Giornata mondiale dellaterra con EarthDayItalia rivedi il tgr rai 3 del 22 aprile dal parco di Monte Mario con Maurizio Gubbiotti

Card image cap
Giornata Mondiale della Terra - Rivedi la diretta di Buongiorno Regione

#giornatamondialedellaterra con Earth Day Italia rivedi la diretta di oggi 22 aprile di Buongiorno Regione Lazio - Pagina ufficiale

Card image cap
ASTICI

A rischio a causa della pesca cui viene sottoposta per la prelibatezza delle sue carni.E' un crostaceo le cui dimensioni possono giungere fino a 50 cm di lunghezza (antenne escluse!), che vive

Card image cap
CAVALLUCCIO DI MARE

Questo stranissimo pesce di piccole dimensioni, vive sulla vegetazione e sulle gorgonie cui si aggrappa con la sua coda prensile. Risucchia le prede, piccolissimi organismi, con la sua bocca

Card image cap
TURSIOPE

È il più conosciuto tra i delfini. Ha abitudini tipicamente costiere e può giungere fino a tre metri e mezzo di lunghezza. Di colore generalmente grigio, più o meno uniforme, questo mammifero

Card image cap
TARTARUGA LIUTO

Lunga oltre 2 mt e con il peso di 500-800 kg, è l'indiscusso gigante tra i Cheloni. Inconfondibile è anche il carapace, in cui le piccole placche ossee sono impiantate nella pelle durissima,

Card image cap
GORGONIE

Sono animali coloniali, parenti stretti del più famoso corallo rosso, ma a differenza di questo presentano uno scheletro corneo e quindi flessibile. Possono raggiungere dimensioni anche

Card image cap
TARTARUGA VERDE

Carapace lungo fino a 140 cm, più tondeggiante di Caretta, con 5 placche dorsali centrali e 4 placche costali per ogni lato. E' di colore marrone-verde oliva, spesso con chiarezze e strie più

Card image cap
TARTARUGA CARETTA

Carapace lungo 70-140 cm, con 5 placche dorsali centrali e 5 placche dorsal centrali e 5 placche su ogni lato; colore rosso-marrone. Testa grande con rostro ("becco") molto pronunciato. Nei piccoli

Card image cap
AQUILA DI MARE


Parente di squali, mante e razze, sembra volare al di sopra dei fondali marini. Può giungere ad oltre un metro di larghezza ed è dotato di un aculeo velenoso, posto all'attaccatura della coda,

Indirizzo:


Casa del mare, via del Canale di Castel Fusano, 11 Ostia

Telefono:


+39 063540531